Storia e monumenti

Storia

Da Morgex, in epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia. Sotto il dominio dei Savoia, Morgex fu sede della mistralia[6] della Valdigne. Numerosi i passaggi dei Savoia nel borgo. Nel 1318 il duca Amedeo V concesse a Morgex le franchigie.

Nel 1861 Morgex entrò a far parte del Regno d'Italia, venendo incluso nel Circondario di Aosta della provincia di Torino. Nel 1927 venne istituita la provincia di Aosta e Morgex ne fece parte integrante. Due anni più tardi venne fuso col Comune de La Salle con la nuova denominazione di Valdigna d'Aosta. Il Comune di La Salle si ricostituì nel 1935 col nome di Sala Dora mentre Morgex venne rinominata Valdigna d'Aosta. Dal 1946 fa parte della regione Valle d'Aosta con la denominazione originaria.

Monumenti e luoghi d'interesse

Architetture militari

  • La Tour de l'Archet, nel Capoluogo, in cui trova sede la Fondazione Centro studi storico-letterari Natalino Sapegno
  • Il Castello Pascal de la Ruine, in località La Ruine
  • La Casaforte Bozel al Villair. Altre caseforti, citate dallo storico Jean-Baptiste de Tillier, sono oggi scomparse: tra esse, la casaforte d'Avise, la casaforte Léaval, la casaforte Malliet, la casaforte Rubilly, la Casa del Vescovo.
  • Le fortificazioni del Colle San Carlo e del Colle della Croce

Architetture religiose

  • La Chiesa di Santa Maria Assunta, con l'altare barocco e gli affreschi del XV-XVI secolo e il museo parrocchiale d'arte sacra con oggetti del beato Guglielmo di Léaval (Bienheureux Vuillerme de Léaval).
  • Nelle frazioni si trovano numerose cappelle votive: la Cappella di Arpy, la Cappella del Dailley, la Cappella di La Ruine, la Cappella del Lavancher, la Cappella del Liarey, la Cappella di Licony (unica chiesa rupestre delle Alpi), la Cappella del Villair.

Aree naturali

  • Parco Pineta de La Ruine
  • Riserva naturale Marais
  • La Larse de Grignes Rosses, larice monumentale in località Grignes-Rosses
  • Il circo glaciale con rock glacier e conca lacustre, sul versante nord-est del Monte Cormet
  • Gli evaporiti del Colle San Carlo
  • L'imbocco della miniera di carbone di Arpy
  • La grotta di Licony